Al Garghet, Milano

0
279
Al Garghet

Ristorante  Al Garghet, Milano.

“Garghet” in milanese antico “il gracidare delle rane”, come quelle che abitano la campagna intorno a cui l’omonimo ristorante si trova.

Un ambiente famigliare, dove la convivialità e la cortesia sono di casa.

La cucina è quella tradizionale lombarda, dove spiccano i tipici sapori milanesi; piatti dalle lunghe cotture, quelli che preparava la nonna al pranzo della domenica e che inondavano con i loro odori tutta la casa.
Anche il menù richiama la tradizione; rigorosamente in dialetto, con una magnanima traduzione appena sotto, scritto a mano in una calligrafia elementare nei quaderni a righe di scuola.

Una proposta che varia con l’alternarsi delle stagioni, dove” i classici”  rimangono tutto l’anno.

Cotoletta del Garghet

Cotoletta del Garghet

Cavallo di battaglia è la cotoletta, presente in due diverse versioni; la cotoletta del Garghet, che segue la ricetta di famiglia, quindi di lonza, larga e ben battuta; e la classica milanese, rigorosamente di vitello, di spessore pari all’osso e cotta nel burro.

Il ristorante, collocato in un edificio storico del XIII secolo nell’antico Gratum Solium a sud della città, presenta più sale caratterizzate da stili differenti, in cui è possibile in fase di prenotazione, scegliere quella di più gradimento.

Al Garghet interni

Al Garghet interni

Il cottage inglese, dove spiccano le tovaglie scozzesi; la saletta di Botero, intima e con luci soffuse, dove di certo non mancano i quadri, la saletta “della musica”, la più piccola che ospita un pianoforte bianco a coda, e il chiosco, una sorta di ampia veranda in stile provenzale che affaccia sul giardino.

Un’atmosfera calda, magica, soprattutto nel periodo invernale, quando il ristorante si accende di mille luci e addobbi natalizi.

Via Selvanesco, 36 – 20141 Milano

Se sei alla ricerca di nuove esperienze, leggi qui.

Lascia un commento